L’Under vince un derby ad alta tensione

PORDENONE – Inizia con una giornata di ritardo il girone di ritorno per il Graphistudio Tavagnacco causa il rinvio della partita contro il Pro Farra della scorsa settimana. Partita delicata quella odierna contro il Graphistudio Campagna, formazioni accomunate dallo stesso sponsor, attesa e sentita come sempre, quasi come un “derby”.

Il Tavagnacco, privo del suo “bomber” ZITTER, ancora infortunata, è chiamato a difendere il primato in classifica dopo un girone d’andata strepitoso. Serata fredda con terreno di gioco pesantissimo che ha condizionato notevolmente lo svolgimento della partita. Nei primi minuti la gara stalla a centrocampo con una fase di studio tra le due formazioni. Al 5° è SARNATARO che da una scossa alla partita incuneandosi in area avversaria ma calciando a lato della porta difesa da MARESCHI, sprecando così una favorevole occasione. Al 9° fulmineo contropiede del Tavagnacco che conquista la palla a centrocampo, SUTTO lancia ZULIANI che stoppa e infila la porta del Campagna  con un bellissimo tiro dal vertice sinistro dell’area. Il Campagna accusa il colpo e stenta a riordinare le idee. Ne approfitta il Tavagnacco che con DELL’ATTI colpisce l’incrocio dei pali. Il Campagna è chiuso nella propria metà campo e subisce le folate avversarie. Al 13° ancora DELL’ATTI mette in difficoltà MARESCHI con un tiro che finisce a lato di un soffio. Al 19° il primo tiro in porta del Campagna con BLAZINA ma BONASSI para facilmente. Ribatte il Tavagnacco con SARNATARO che al 24° si trova da sola davanti al portiere avversario ma incredibilmente si fa parare il tiro dalla bravissima MARESCHI. Al 42° calcio di punizione dal limite dell’area per il Campagna: tira PICCININ, mischia in area gialloblù e BONASSI risolve tutto facendo suo il pallone in tuffo. Al 44° SARNATARO, ancora per il Tavagnacco, dribbling in area e tiro secco in porta sul quale MARESCHI compie una bellissima parata. Dopo due minuti di recupero l’arbitro manda negli spogliatoi le squadre.
Inizia il secondo tempo con le stesse formazioni e con il gelo che avvolge tutto e tutti.
Il Campagna entra in campo più determinato e deciso a riprendere in mano la partita. Al 50° MICONI subisce un brutto fallo ed è costretta ad uscire sostituita da ORLANDI. A seguito del fallo la partita si innervosisce e diventa più “maschia”. Siamo al 52°: ZULIANI scarta tre avversarie in area ma fallisce la rete tirando a lato. E’ la volta di MAURO a trovarsi da sola al 60° davanti a MARESCHI ma anche lei fallisce malamente su ottima uscita del portiere. Al 67° AZZINI impegna il portiere del Campagna con un bel tiro. Il raddoppio per il Tavagnacco è nell’aria: ci pensa ancora ZULIANI, al 70°, a mettere al sicuro il risultato infilando nuovamente la porta difesa da MARESCHI con un gran tiro che scavalca il portiere. La partita si incattivisce e si assiste a brutti falli con AZZINI che reagisce dopo aver ricevuto una gomitata da una avversaria e, giustamente, subito sostituita dal Mister AGNOLETTI per evitare complicazioni. Al 44° ZULIANI mette fine alla partita con un bellissimo gesto tecnico centrando in pieno la traversa della porta del Campagna.

Partita tesissima, giocata con agonismo, su un campo molto pesante ed innervositasi soprattutto nel secondo tempo a causa di qualche brutto fallo. Risultato giustissimo, il Tavagnacco ha fatto la sua partita sprecando come al solito tantissime occasioni. Il Campagna non è mai stato pericoloso e ha badato soprattutto a contrastare le azioni avversarie. Pratica chiusa ma rimane un certo rammarico per alcuni spiacevoli episodi che potevano essere sicuramente evitati e del comportamento antisportivo di alcune persone nel pubblico. A fine partita comunque abbracci e sorrisi tra le due squadre, dimostrazione questa del buon rapporto che corre tra le due società “cugine”.
Prossimo impegno domenica 25 gennaio 2009: recupero della partita contro il Pro Farra.

GRAPHISTUDIO CAMPAGNA-GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO 0-2 (0-1)

MARCATORI: ZULIANI (9° e 70°).

GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO: BONASSI – MICONI (ORLANDI dal 50°) – CORUBOLO – VINAZZA – VERGALE – BASSO – DELL’ATTI – SUTTO – MAURO (AZZINI dal 58° e TEDONE al posto di AZZINI dal 75°) – ZULIANI – SARNATARO (COSSARO dal 75°).
Allenatore: Luigi AGNOLETTI.
GRAPHISTUDIO CAMPAGNA: MARESCHI – PILAN – COLLE (ZECCHINI dal 80°) – FAVETTA – PICCININ – CELLA (RIGUTTO dal 75°) – DEL MISTRO – PEZZUTTI – PERIN (DAL CIN dal 52°) – PANZERA (GENOVESE dal 61°) – BLAZINA.
Allenatore: Andrea AZZANI.
AMMONITI: DEL MISTRO e BLAZINA per il Campagna. AZZINI per il Tavagnacco.
ESPULSI: nessuno.
ARBITRO: Signor Davide COPAT – Sezione Pordenone.

COSIMO TEDONE 

L’Under vince un derby ad alta tensioneultima modifica: 2009-01-17T23:50:00+00:00da ecconaccola
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “L’Under vince un derby ad alta tensione

  1. Rivolgendo i miei complimenti per la vittoria alle ragazze del Tavagnacco vorrei però attirare l’attenzione su quanto accaduto al ’35 del secondo tempo della partita con la Graphistudio Campagna, quando Azzini è stata protagonista di un gesto di inaudita violenza verso una coetanea della Graphistudio Campagna, portandole le mani al collo ed alla quale la giovane età dell’arbitro non è stata buona consigliera. Si parla molto in questo mondo dell’importanza del ruolo degli educatori nello sport e di noi genitori, ascoltiamo rammaricati ogni giorno episodi di bullismo e quant’altro, in questo caso mi auguro che venga data la giusta importanza a quanto accaduto altrimenti se fossi quell’educatore o quel genitore mi metterei un pò in discussione!

  2. Carissimo Roberto, prima di tutto vorrei ringraziarti a nome delle ragazze per i complimenti. Per ciò che concerne l’episodio che citi nel tuo intervento, condivido pienamente le tue considerazioni e ti assicuro che è già stata data la giusta importanza all’accaduto già a fine partita dal Mister e dai Dirigenti accompagnatori del Tavagnacco. Il tutto sarà ripreso, commentato e stigmatizzato nella sede opportuna. Vorrei però spezzare una lancia a favore della AZZINI perchè, entrata in campo in una fase della gara in cui le ragazze del Tavagnacco continuavano a subire brutti falli (una ragazza è stata costretta ad uscire dal campo), è stata subito oggetto di continue “botte” da parte delle avversarie e di sgradevoli commenti da parte del pubblico presente, che, come tu dici nell’intervento erano “genitori che ascoltano ogni giorno rammaricati episodi di bullismo e quant’altro”.. beh, il comportamento tenuto dal pubblico non mi è sembrato improntato a corretteza ed educazione (non scrivo quello che è stato detto alla ragazza quando è stata sostituita solo per decenza. Me lo ha anche confermato l’arbitro e mi auguro che lo inserisca nel referto). Certo la ragazza ha sbagliato, non lo metto in dubbio, però la gomitata che ha preso in faccia non è stata proprio accidentale. Erano da espellere tutte e due le ragazze!
    Comunque, carissimo Roberto, la mia non vuole essere una polemica, il calcio femminile ha bisogno di ben altro per “sfondare”, noi faremo la nostra parte con la AZZINI ma credo che anche il Campagna dovrebbe fare il “mea culpa” per qualche atteggiamento antisportivo di calciatrici e, soprattutto del pubblico presente.
    Vorrei, infine, mettere in evidenza che a fine partita le due protagoniste si sono scusate e abbracciate e tutte le calciatrici hanno familiarizzato tra loro, come è solito fare al termine della gara.
    Grazie ancora dell’intervento e colgo l’occasione per salutare gli amici del Campagna per la consueta ospitalità e cordialità dimostrata.

Lascia un commento